Cambogia, VIAGGI

Molto piu’ di… Angkor Wat

La bellezza dei templi di Angkor si puo’ solo ammirare e respirare. Nei  tre giorni che ho dedicato alla sua visita, sono stata da sola unicamente il secondo giorno.

finestre di Angkor Wat
finestre di Angkor Wat

Pur essendo grata per le persone che ho incontrato, che mi hanno riempito le giornate, con le quali mi sono confrontata, abbiamo riso, commentato tutto quello che vedevamo, sono stata contenta anche di avere l’opportunita’ di camminare per i templi in solitudine (ci si dimentica presto anche dei turisti che sbucano da ogni angolo).

Prima di partire, la paura di viaggiare da sola mi paralizzava. Prendendo il coraggio a due mani e partendo, invece, ho scoperto che essere da soli non vuol dire essere sfigati, abbandonati, tristi.

[Tweet “L’essere da soli apre momenti nei quali poter andare del proprio passo.”]

Non esiste l’orologio,  la curva del sole scandisce il tuo tempo fino al crepuscolo. Non ci sono orari, non ci sono scadenze, non c’e’ da mettersi d’accordo per incontrarsi, soffrire l’impazienza dell’attesa.

Si puo’ decidere di fare o non fare, andare o rimanere. Cambiare idea anche all’ultimo minuto, prolungare la visita, fare una deviazione inaspettata senza rovinare la tabella di marcia a nessuno.

Pre Rup
Pre Rup

Il consiglio che mi do, anche quando non faro’ viaggi in solitaria, sara’ di riuscire comunque a trovare dei momenti per stare con me stessa. Sgattaiolare via, allontanarmi per un po’ dalla conversazione, dalla presenza degli altri.

Angkor Wat
Angkor Wat

E’ bello essere in compagnia, ma e’ anche una distrazione. A volte sei troppo impegnato a chiacchierare per percepire le tue emozioni, per sentire le cose che vedi. Meglio scegliere, allora, di visitare almeno un tempio in solitudine.

Per poter rimanere sconvolti dall’immensita’ della Natura che lentamente si riappropria di cio’ che e’ suo; per apprezzare la maestria dell’ingegno umano nel creare sculture e bassorilievi dai dettagli minuziosi che narrano storie antiche; per ascoltare la voce che viene dal tuo profondo in risposta alle facce sorridenti del Bayon che non ti fanno sentire isolato.

Angkor merita tutta la mia attenzione e rispetto, tanta e’ la sacralita’ di questo posto magico.

Particolare del Bayon
Particolare del Bayon

1 thought on “Molto piu’ di… Angkor Wat

Leave a Reply